ASSOCIAZIONE VEGETARIANA ITALIANA (A.V.I.)

L’A.V.I. è la prima associazione vegetariana fondata in Italia. Nasce il 12 settembre 1952 a Perugia con il nome di Società Vegetariana fondata da Aldo Capitini, politico e filosofo della nonviolenza nota per aver importato in Italia il pensiero pacifista di Ghandi. Alla sua morte, avvenuta nel 1968, la Società Vegetariana trasferisce la sua sede a Milano e cambia il nome in Associazione Vegetariana Italiana (A.V.I.).

Mission dell’Associazione è quella di riunire e rappresentare tutti i vegetariani (e gli aspiranti tali) italiani, far conoscere gli aspetti etici e dietetici del vegetarismo ed esserne un punto di riferimento. 
Senza dogmi né fanatismi, da più di 60 anni A.V.I. tutela i diritti dei vegetariani, promuove campagne sulla libertà di scelta alimentare e favorisce iniziative tendenti a preservare e mantenere l’ambiente naturale.
È inoltre impegnata ad eliminare ogni sorta di crudeltà nei confronti degli animali e a creare attività concrete sul territorio che siano occasioni di incontro e dibattito, con l’obiettivo di espandere a sempre più persone la consapevolezza del vegetarismo.

L’A.V.I. è l’inventore del germoglio, simbolo istituzionale che accompagna l’Associazione dagli anni ’70.
Oggi, lo stesso è diventato un marchio atto ad identificare prodotti e servizi vegetariani e vegani, in Italia e nel mondo: il V-Label.
A.V.I. è il primo partner di V Label Italia che si occupa della distribuzione del marchio.
L’Associazione ha offerto il patrocinio e vigila sui criteri di assegnazione del V-Label.